Ricetta natalizia degli struffoli

Ricetta degli struffoli


Un dolce tipico della tradizione napoletana e campana in generale che arricchisce le nostre tavole durante il periodo natalizio.

Ricetta natalizia degli struffoli

Esistono delle versioni simili sia in Sicilia che in Calabria, ma si chiamano in altro modo. Secondo me la sostanza è sempre quella però.

Piatto tipico campano delle feste natalizie

Non perdetevi anche la ricetta dei mustaccioli napoletani

Io rispetto alla ricetta tradizionale non ho usato il liquore Strega, ma del Mirto aromatizzato all'anice stellato, oppure del vino bianco, e per guarnire a volte utilizzo canditi, altre confettini e cannellini, oppure codette.

Oppure se si vuole dare un tocco agrumato agli struffoli sciolgo nel miele la scorza di un arancio ed un mandarino con un poco di zucchero e metto qualche confettino. 

Se non ho agrumi biologici a disposizione aggiungo del liquore di Mirto ed Anice stellato al miele, con della vaniglia.

Insomma, ognuno può mettere la sua firma come desidera.

Le foto che vedete sono prese da tre mie ricette differenti, e da come potete notare c'è differenza anche di grandezza degli struffoli.

 Struffoli a natale e capodanno
Ho sentito voci autorevoli che consigliano uno struffolo piccolo, ed io provo tutte le possibilità, quindi lascio a voi la scelta.
 
Mia nonna era per lo struffolo più piccolo possibile, io li faccio molto più grossi.

Corona di struffoli

Ingredienti


500 g di farina 00
5 uova
25 g di strutto oppure burro
20 g di zucchero
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
15 g di liquore al mirto aromatizzato all'anice stellato oppure vino bianco
1 pizzico di sale

Per guarnire

210 g di miele di castagno
30 g di zucchero
20 g di acqua
1 scorza di arancia biologica grattugiata
1 scorza di mandarino biologico grattugiato
confettini colorati misti q.b
 

Con queste dosi otterrete un panetto simile a quello quando si fa la pasta, proprio perché il rapporto è quello di 1 uovo ogni 100 g di farina, solo che per questa ricetta si aggiungono lo strutto, lo zucchero, la vaniglia, il liquore ed il pizzico di sale.

Impasto degli struffoli

Si deve impastare fino ad ottenere un panetto più liscio possibile. 

Anche se inizialmente avrete l'impressione di avere tra le mani un impasto troppo asciutto non disperate, perché è normale. Più si impasta e più si ammorbidirà.

Io poi lo avvolgo nella carta forno e lo lascio riposare per 30 minuti circa a temperatura ambiente.

 Impasto riposato

Una volta passato il tempo del riposo si allunga l'impasto fino ad ottenere un cilindro, da cui si tagliano tante fettine, che dovranno essere poi stese a forma di salamini.

Impasto alveolato

Dai salamini si tagliano a coltello tanti piccoli struffoli che sembrano gnocchetti, quindi se desiderate ed avete tanta, ma tanta pazienza arrotondateli con le mani.

Struffoli tagliati al coltello

Una volta ottenuti gli struffoli non resta che friggerli in olio di semi di arachidi.
 
Mi è tuttavia capitato di friggerli in olio di oliva, che era stato utilizzato per friggere delle strepitose crispelle dell'alto casertano. Di conseguenza avevano rilasciato tutto il loro aroma, quindi questo ha inciso non poco sul gusto finale!

Frittura struffoli

Una volta fritti vanno fatti asciugare per bene.

Struffoli asciugati

Per la guarnizione di solito uso del miele che ho a casa. Calcolate che a me piace dare un leggero sentore amarognolo con il miele di castagno, ma potete usare anche miele di fiori d'arancio o millefiori.

Il miele che usate caratterizzerà molto la ricetta finale.

Per le dosi fate voi, secondo i vostri gusti. L'importante e sciogliere bene il miele in una casseruola con lo zucchero, l'acqua e le bucce di agrumi grattugiate ed unirvi gli struffoli asciutti.
 
Come dicevo prima, se non ho agrumi biologici a disposizione allora aromatizzo il miele con del liquore, di solito Mirto ed Anice stellato e un po' di estratto di vaniglia.

Nel girare unisco i confettini colorati o le guarnizioni che preferite.

Se usate i canditi, conviene usarli adesso, così daranno gusto e si mischieranno meglio.

Corona di struffoli

Mescolati per bene si possono ad esempio mettere nel piatto a mo' di corona, aiutandosi con un bicchiere al centro.

Lascio riposare per diverse ore fino ad indurimento del miele.

Struffoli con mirto, scorze di arancia e mandarino

struffoli campani

Se avete delle ciliege candite disponetele come meglio vi piacciono sulla superficie della corona o della montagna formata!

CONVERSATION

3 commenti:

Back
to top