Mini cheesecake con gelatina di prugne di Montalcino

Mini cheesecake senza colla di pesce, con gelatina di prugne di Montalcino

Cheesecake con gelatina di prugne di Montalcino


Se volete un dolce goloso, ma senza esagerare appuntatevi questa ricetta dove preparerò una mini cheesecake guarnita con gelatina di prugne di Montalcino.

Le prugne di Montalcino ce le hanno gentilmente inviate l'Azienda MonteRé con la quale abbiamo collaborato.

Ingredienti


Per 2 persone usando uno stampo rotondo dal diametro di 10 cm alto 4 cm

Per la base della cheesecake

60 g di biscotti digestive o secchi a scelta
25 g di burro sciolto
1 pizzico di sale
Per la crema al formaggio 

100 g di formaggio spalmabile
30 g di mascarpone o 72 g di panna liquida
30 g di zucchero
1 pizzico di estratto di vaniglia

Per la gelatina  

170 g di acqua 
60 g di prugne secche di Montalcino
30 g di zucchero 
15 g di amido di mais 

Procedimento

Per prima cosa prepariamo la base della cheesecake frullando i biscotti secchi, nel mio caso digestive, con il burro fuso e un pizzico di sale.

Base digestive e burro

Posizionare lo stampo per dolci su di un piatto piano, versarci il composto sminuzzato e compattarlo con l'aiuto di un cucchiaio.
Mettere il tutto in frigorifero per almeno mezz'ora.

Nel frattempo in una ciotola misceliamo il formaggio spalmabile con il mascarpone, lo zucchero e la vaniglia.
Si dovrà sciogliere totalmente lo zucchero.
Anche la crema pronta va messa in frigorifero a riposare.


Per la gelatina, sciogliere in un pentolino lo zucchero con l'acqua ed unire le prugne secche precedentemente snocciolate.
Le prugne in questione anche se secche risultano molto grandi e ricche di polpa.
Portare a bollore e cercare di sminuzzare anche qualche prugna.

Passare tutto al colino ed aggiungere a piacimento qualche pezzo di prugna. Il resto della polpa potrà essere usata anche come accompagnamento finale.

Avremo così in casseruola del succo di prugna zuccherato. Per addensare basterà versare con l'aiuto di un setaccio l'amido di mais sciolto con un po' di acqua e fare cuocere ancora per poco tempo.

Gelatina di pugna di Montalcino

Bisognerà girare fino a quando il composto non avrà ottenuto una consistenza gelatinosa.
Se inserite l'amido direttamente nel composto caldo si formeranno dei grumi che non riuscirete a sciogliere, se non con un frullatore o mixer ad immersione, ma si incorporerà troppa aria e comprometterà il risultato finale.

Crema di formaggio spalmanbile

A questo punto sarà passata la mezz'ora quindi si potrà versare la crema di formaggio sulla base di biscotto. Resterà ancora dello spazio per la gelatina che io verso ancora calda sulla crema di formaggio.
 
Mini cheesecake con gelatina di prugne di Montalcino

Tengo in frigo almeno per una notte, oppure se si prepara la mattina fino a ora di pranzo. 

Mini cheesecake con gelatina di prugne di Montalcino

Con la polpa di prugna si può guarnire la superficie della cheesecake ulteriormente a formare una guarnizione sulla gelatina, oppure usare dello zucchero a velo, dei confetti, dello sciroppo d'acero o quello che meglio si crede.

Prugne di Montalcino senza conservanti

CONVERSATION

4 commenti:

  1. Una ricetta davvero golosa e di sicuro effetto scenigrafico. La spiegazione la rende fattibile anche per pasticcione come me. Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, ti ringrazio tanto Elvira! Non penso proprio che tu sia una pasticciona, visto le ricette che pubblichi!! ah ah ah

      Elimina
  2. ma che bella che è questa cheesecake.. immagino il sapore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo per il sapore. Mi è stato detto che è simile a quelle che si mangiano nelle bakery! Per me è stato una grossa soddisfazione!

      Elimina

Back
to top