Cassatelle di ceci (Cassatedde di cìciri)

Cassatedde di ciciri, dolce tipico di S. Giuseppe 


Altra perla culinaria, la Cassatedda di ciciri, è un dolce tipico di Partinico (PA) legato principalmente alla festività di S. Giuseppe.

In genere la cassatella o raviola, a seconda della zona della Sicilia, è un dolce a forma di mezzaluna ripieno di ricotta, gocce di cioccolato e cannella, rigorosamente fritto. 

Cassatedde di ciciri
 
In Sicilia però con il termine cassatella si intendono anche dolci differenti. 
 
Ad Agira (EN), per esempio, ha sempre una forma a mezzaluna, ma con ripieno totalmente diverso, oppure nel ragusano le cassatelle sono dolci di ricotta, a forma circolare con delle punte lungo tutto il bordo, entrambi prodotti da forno, non fritti.

Nulla a che vedere con la cassatina, (mini cassata) per la quale si dovrebbe aprire un post a parte.

Impasto della cassatella


Il suo impasto generalmente non è fatto con pasta frolla vera e propria, e cambia a seconda della zona in cui si prepara. 

In generale per l'impasto base della cassatedda si usa la farina di grano duro, in alcuni casi tagliata con farina di grano tenero. 
Come grasso alcuni usano strutto altri olio di oliva. Poco zucchero nell'impasto.
Come parte liquida vino bianco, ed aromi di agrumi e vaniglia. Ho visto che qualcuno usa anche le uova.

In questo caso particolare abbiamo un ripieno diverso dal solito, legato ai tempi andati. 
 
Niente ricotta, ma ceci. 

I legumi nei dolciumi


Una volta i legumi erano una fonte di sostentamento non indifferente, anche perché ricchi di proteine vegetali, e probabilmente qualcuno non avendo altro li usava nei dolci, come testimoniano le numerose ricette antiche del nostro Paese.
 
Ed anche a Partinico qualcuno ha ben pensato un tempo di utilizzare i ceci per questa straordinaria ricetta, che è giunta fino ai giorni nostri, e si lega alla festa di S. Giuseppe.
 

Preparazione del ripieno delle cassatelle di ceci e frittura

 
Una volta cotti i ceci, vengono passati al setaccio, dolcificati con miele o zucchero, e zuccata, che sono cubetti di zucchina lunga candita, altro spettacolare ingrediente usato spesso nella Sicilia occidentale. 
 
Anche qui c'è chi omette i canditi secondo i propri gusti.
 
A questo punto non resta che unire le gocce di cioccolato, il cacao ed aromi naturali come cannella.

Non è difficile ottenere una crema compatta con i ceci che tendono ad assorbire parecchio l'umidità.
 
Si devono poi creare tanti dischi con la pasta che andranno chiusi. 
 
Se si fa manualmente allora dopo averli sigillati si deve passare lungo l'esubero di impasto un taglia pasta a rotella, o più facilmente con l'aiuto di uno stampo per ravioli.

Cassatella di Partinico per San Giuseppe
 
Fatto questo devono essere fritte e spolverate di zucchero semolato.
 
Personalmente ho provato, e fatto le cassatelle tradizionali con la ricotta, ma l'idea di inserire la crema di ceci mi incuriosisce e non poco. 
 
Se mi capiterà di passare delle parti di Partinico non esiterò a provare la Cassatedda di ciciri, anche perché ho capito che si trova anche fuori periodo se si è fortunati.

Cassatella con i ceci di Partinico

Per le foto ringrazio la Pasticceria Cangialosi dove si preparano golosissime cassatelle di ceci e di ricotta !!

CONVERSATION

0 commenti:

Posta un commento

Back
to top