Fiori di zucca in pastella

Fiori di zucca in pastella

Fritti ripieni con ricotta di bufala, alici e semi di finocchio

I fiori di zucca possono essere largamente usati in cucina per varie preparazioni, come ripieno di pizze rustiche, saltati in padella, o anche pastellati e fritti.
Vediamo come si preparano nello specifico in quest'ultima opzione.

 

Ingredienti


Fiori di zucca q.b.

Per la pastella
320 g di farina per fritture
360 g di acqua fredda
sale q.b. 

Per la farcitura (facoltatico)
88 g di ricotta di bufala
1 filetto di alice
4 semi di finocchio selvatico 
 

Avevo a disposizione dei fiori di zucca e qualche materia prima interessante, quindi alcuni li ho lasciati semplici altri li ho farciti internamente.

Per prima cosa vanno lavati delicatamente i fiori e messi ad asciugare su un canovaccio.
Io non tolgo il pistillo centrale.

Per la pastella ho impastato l'acqua con la farina fino ad ottenere un composto senza grumi e l'ho salata con un pizzico di sale. 

Calcolate per la pastella un'idratazione intorno al 110% circa.

Quindi, in base alla percentuale, modificate le dosi se avete pochi fiori oppure preparate più pastelle in diversi passaggi, per evitare di sprecarla se ne avete parecchi.

Non resta che annegare i fiori nella pastella ed immergerli nell'olio bollente dai 6 ai 9 minuti a seconda della grandezza o del vigore del calore.

Fritti in olio di semi

Già semplici così sono buonissimi, ma se vogliamo arricchire il nostro antipasto o aperitivo, possiamo farcirli con quel che abbiamo a casa.

Fritti

Io ho trovato in frigo 88 g di ricotta di bufala che ho amalgamato con un filetto di alice spezzettato e 4 semi di finocchio selvatico.
Con questa farcia ho imbottito i fiori e li ho chiusi delicatamente.

Fiori pastellati riempiti e fritti in olio

Una volta preparati tutti li ho messi nella pastella e li ho fritti.

Fritti in olio

Non resta che adagiarli su una carta assorbente per fritti, salarli a piacere e mangiarli subito, al massimo tiepidi, e saranno croccanti fuori e morbidi dentro.

CONVERSATION

0 commenti:

Posta un commento

Back
to top